MARSIGLIA, VIAGGIO IN PROVENZA (MARSEILLE, A TRIP TO PROVENCE) Part 8

October 31, 2019

 

Il quartiere del Panier è davvero figo. Ci abita la mia amica Valentina e a suo dire è l'unico posto di Marsiglia  in cui potrebbe vivere. La mattina del mio secondo giorno di permanenza a Marsiglia ho caricato la Kawa con tutti i miei bagagli e mi sono diretto verso quel quartiere, rinomato in tutto il mondo per la sua rozzezza da posto di malaffare portuale, crogiuolo di razze in maggioranza magrebine e affascinante covo di spaccio e contrabbando. Se avete visto Star Wars episode IV avreste potuto notare una somiglianza col bar di Mos Eisley a Tatooine, e anche con Marrakesh! Fino ad una decade fa il Panier era davvero questo, il quartiere off limits di Marsiglia che vagamente mi ha ricordato il centro storico di Genova. Nell'ultimo decennio molto è cambiato. L'invivibilità del quartiere è stata debellata attraverso una politica tanto efficace quanto banale: le istituzioni hanno semplicemente deciso di offrire una ingente quantità di stabili antichi ad artisti francesi e non. Oggi il Panier e pieno di colori, atelier, botteghe e piccoli locali, il tutto senza snaturarne il carattere rozzo e portuale. Quando si ha ben chiaro il concetto di bellezza (estremamente lontano da quello di estetica) diventa poi relativamente semplice migliorare la qualità della vita urbana.

 

Dunque ho parcheggiato la moto in Place de Lenche, uno slargo a due passi dal porto ed ho atteso che arrivasse la mia amica Valentina con la sua amica e sua figlia. Seduti ad un tavolino di un caffè abbiamo fatto colazione mentre il sottoscritto si cimentava goffamente in improbabili conversazioni in francese. Davanti a noi il marina con moltissime barche ormeggiate ed oltre il marina, in lontananza, un piccolo monticello con in cima l'imponente basilica di Notre-Dame de la Garde.

Finita la colazione e salutate le amiche mi sono avventurato alla volta di quella stupenda basilica. Arrivato in cima al monte ho parcheggiato la Kawa lasciando come sempre i bagagli su di essa e sono salito fin su verso l'entrata della basilica. Ho dovuto interfacciarmi con orde di chiassosi e maleducati turisti-pellegrini forse in cerca di una opportunità per sciacquare le proprie nefandezze. Non mancava il piccolo negozio predisposto alla vendita del merchandising benedetto, che chiamerei indulgenze.

A parte questo la basilica è spettacolare tanto quanto il panorama incredibile dell'intera città che da essa si può vedere. La sapeva (e la sa ancora) lunga il clero, che costruiva chiese dalle quali si poteva controllare interamente la sottostante cittadina pullulante di allegri fedeli.

Ho passato almeno un'ora passeggiando all'esterno di quell'imponente monumento, respirando l'aria tersa e fresca sotto un sole da sballo e quando ho sentito di aver fatto il pieno di benessere mi son rimesso in moto verso l' Italia, visto che le due settimane in Provenza erano ormai giunte alla fine e già si palesava nelle mia mente malsana la possibilità dell'acquisto di una moto di diversa tipologia, più consona e comoda per futuri lunghi viaggi...

 

English translation

 

The Panier neighborhood is really cool. My friend Valentina lives there and she says it's the only place in Marseille she could live in. On the morning of my second day of stay in Marseille I loaded the Kawa with all my luggage and headed for that neighborhood, renowned throughout the world for its crude portly mob fame, a melting pot of races mostly from Maghreb and a charming cradle for pushers and smugglers: if you've seen Star Wars episode IV you'd see a clear resemblance with Tatooine and the Mos Eisley bar, and Marrakech too! Until a decade ago the Panier was e really like this, the off-limits district off Marseille that vaguely reminded me of of Genoa's old town. A lot has changed in the last decade. The liveability of the neighborhood has been eradicated through a policy as effective as simple as it might be. The institutions have simply decided to offer a huge amount of ancient buildings to French and non-French artists. This has paved the way to a radical social change without, however, savagely gentrificing it. Today the Panier is full of colors, ateliers, shops and small venues, all without compromising its rough character. When the concept of beauty is clear (extremely far from that of aesthetics) then it becomes relatively simple to improve the quality of urban life. 

 

So I parked the motorbike in Place de Lenche, an open space a few steps from the port, and I waited for my friend Valentina to arrive with her friend and her daughter. Sitting at a coffee table we had breakfast while I clumsily engaged in unlikely conversations in French language. In front of us the marina with many boats moored and beyond the marina, in the distance, a small mound where the imposing cathedral of Notre-Dame de la Garde stands at its top. 

 

After breakfast with my friends, I ventured towards the stunning church. As I get there I parked the Kawa leaving as always the luggage on it and I climbed up to its entrance. I had to face hordes of noisy and rude tourist-pilgrims and once again the feeling was to see that around most Catholic places of worship there is always the worst people, perhaps looking for an opportunity to rinse their own wickedness. There was the usual shop full of blessed merchandising, which I would call indulgences, too.

That aside, the cathedral is as spectacular as the incredible view of the entire city that can be seen from it. The clergy had (and still has) it all sussed out, building churches from which one could completely control the whole town teeming with cheerful faithful. 

 

I spent an hour at least walking just outside that majestic building, breathing in the clean fresh air under an awesome sunshine, and when I felt I had a full load of goodness I set myself moving towards Italy, as the two weeks in Provence had come to an end and the possibility of buying a motorcycle of a different type, more suitable and comfortable for future long journeys, was already evident in my wicked mind... 

Please reload

Featured Posts

TEDx 2017

September 18, 2017

1/4
Please reload

Recent Posts