VIAGGIO IN PROVENZA (A TRIP TO PROVENCE) Part 5

October 25, 2019

 

Il processo del viaggiare in moto, fermarmi, scattare foto e godere lo avevo incominciato l'anno scorso (il 2018) appena presa la"Rossa" dal meccanico per il check up generale. Prima moto della mia vita (grazie a mia cognata che ne l'ha regalata), ci ho messo pochissimo a farmi completamente inebriare dalla piccola. Da allora non mi sono più fermato. Il viaggio in Provenza lo avevo pensato da tempo ed il seminario con Tchad Blake agli Studios La Fabrique è stato l'occasione per innescare il processo di cui sopra su scala più vasta.

Tra tutti i posti che ho visto durante questo viaggio, un paio di essi hanno confermato le mie considerazioni su quella regione della Francia che ho già espresso nei blog precedenti. Quando sono arrivato a Nimes mi aspettavo soltanto di visitare le rovine del Tempio di Diana, proprio in

pieno centro. Dopo l'ennesima smotorata nelle strade di campagna, ho imboccato la strada verso la mia destinazione costeggiando il canale della prima foto, fino ad arrivare all'entrata del parco da cui si accede ai Les Jardins de la Fontaine. Ad accogliermi c'era un brunch bar sul canale e poco in là le rovine del suddetto tempio. Tutto secondo standard, se non fosse che passeggiando verso il parco sono rimasto senza fiato quando ho visto di fronte a me la splendida fontana, le maestose scalinate e moltissimi ragazzi e ragazze che facevano jogging o ginnastica a ritmo di musica non assordante.

Un trionfo di bellezza sotto tutti i punti di vista. Mi ha ricordato la Londra in cui ho vissuto per 13 lunghi anni.

Non so cosa verrà fuori alla fine di questo viaggio, a parte che so di per certo che ne seguiranno molti altri. Non so cosa ne sarà della mia musica e degli ultimi trent'anni della mia vita spesi navigando nell'oceano dell'arte. Non importa: adesso mi piace così, e così sia. L'incontro con Nimes e la sua freschezza è stato un'ulteriore conferma del fatto che la vita può essere una gran figata quando si asseconda il proprio istinto. Perché dunque non lo si segue nella normalità della vita quotidiana? Sono convinto che il motivo risieda nell'enfasi che la nostra cultura occidentale pone nei confronti dell'Illuminismo, filosofia che ormai la scienza stessa sta sistematicamente smantellando ma che comunque serve a riempire le tasche di quelli che si impegnano a spacciare la moderna schiavitù come preziosa libertà di pensiero. Continuo a credere che una lunga passeggiata nella natura sia infinitamente meglio di mille ore davanti alla Tv. Oggi le mie lunghe passeggiate le faccio in moto...

 

English translation

 

I had started the process of traveling by motorbike, stopping, taking pictures and enjoying it last year (2018), as soon as the "Red" was ready after a thorough check-up. It was the first motorbike of my life (thanks to my sister-in-law who gave it to me) and it took me very little time to get completely intoxicated by it. I haven't stopped riding it since. I had thought about the trip to Provence for some time and the seminar with Tchad Blake at the La Fabrique Studios was an opportunity to trigger the above process on a larger scale.

Of all the places I saw during this trip, a couple of them confirmed my thoughts on that region of France that I have already expressed in previous blogs. When I arrived in Nimes I only expected to visit the ruins of the Temple of Diana, right in the town centre. As I got there after the umpteenth ride in the country roads, I took the path towards my destination, skirting the canal of the first photo, until I reached the entrance to the park which leads to Les Jardins de la Fontaine. To welcome me there was a brunch bar above the canal and the ruins of the temple just a few steps away. Everything according to standard, except that as I walked towards the park my breath was taken away by the splendid fountain in front of me, the majestic staircases and lots of  boys and girls jogging or doing gymnastics to the rhythm of non deafening music. 


A triumph of beauty from all points of view. It reminded me of the London I lived in for 13 long years.

 

I don't know what will come out at the end of this journey, except I'm sure many more will follow. I don't even know what will become of my music and the last thirty years of my life spent swimming in the ocean of art. It doesn't matter: I like it as it is now, and so be it. My "meeting" with Nimes and its freshness confirmed that life can be really cool when played by instinct. Why then do we not follow Our inner feelings in the normality of everyday life? I reckon that the reason lies in the emphasis that our Western culture places on Enlightenment, a philosophy that science itself is systematically dismantling but which nevertheless serves to fill the pockets of those who bank in selling modern slavery as precious freedom of thought. I still believe that a long walk in nature is infinitely better than a thousand hours in front of the TV. These days I take my long walks on my motorcycle... 

 

#Nimes

#Provence

#travelbymotorbike

#justplay

#mixwiththemasters

@australiatwin

@teamtraiettorie

@studioslafabrique

@mixwiththemasters

Please reload

Featured Posts

TEDx 2017

September 18, 2017

1/4
Please reload

Recent Posts