MUSICA E VIAGGI (MUSIC AND TRAVELS)

October 14, 2019

"I'm traveling in some vehicle,
Sitting in some cafe,
A defector from the petty wars
That shell shocked love away..."


Hejira
Joni Mitchell

 

Tre settimane fa mi sono avventurato sulla mia piccola Kawasaki per la prima volta al di là dei confini italiani con l'intenzione di arrivare a St. Remy de Provence per passare un'intera settimana allo Studio La Fabrique. Qui, assieme ad altri 18 "ragazzi" ho fatto enorme tesoro dell'arte del mixing di Tchad Blake . Le sue intensissime sessioni/maratona sono state una esperienza davvero unica per chi era là presente e la mia competenza professionale ne è venuta fuori accresciuta ed arricchita oltre ogni aspettativa. Per questo motivo non esito a consigliare a chiunque di partecipare ad un seminario di Mix with the Masters. Mi sento di ringraziare personalmente Tchad per la sua incredibile umanità e disponibilità: grazie Tchad, sei stato eccezionale!

Ancora una volta la musica mi ha permesso di conoscere persone fuori dal comune (non ho menzionato gli altri 18 "ragazzi" del seminario ma anche loro sono persone speciali) ma soprattutto di viaggiare. Solo oggi ho capito che in fondo il mio far musica ha avuto da sempre un obbiettivo nascosto, ovvero quello di viaggiare e scoprire il mondo. L'andare in tour era per me il cuore della mia attività artistica ed oggi capisco che la musica era un mezzo, non un fine.

L'occasione del suddetto seminario, ed il lungo giro in moto (ancora non concluso) che ne è scaturito hanno riacceso in un una fiamma sopita, e questo è il primo di molti viaggi che verranno. Dunque le parole di Joni Mitchell risuonano fortissimo in me oggi così come risuonarono nella solitudine del deserto del Mojave in California nel 2008...

 

P. S. Nella foto la mia Kawa nel mezzo del nulla in Provenza

 

English translation

 

Three weeks ago I ventured on my little Kawasaki for the first time beyond the Italian borders with the intention of arriving in St. Remy de Provence to spend an entire week at Studio La Fabrique. Here, along with 18 other "boys", I treasured Tchad Blake's art of mixing. His very intense marathon/sessions were a truly unique experience for us there and my professional competence came out of it enhanced and enriched beyond all expectations. For this reason, I do not hesitate to advise anyone to attend a Mix with the Masters seminar. I would like to personally thank Tchad for his incredible humanity and availability: thanks Tchad, you have been exceptional!

Once again music has allowed me to meet people out of the ordinary (I didn't mention the other 18 "boys" of the seminar, they too are special people!) but above all to travel. Only today I realized that basically my music making has always had a hidden goal, that is to travel and discover the world. Going on tour was for me the heart of my artistic activity and today I understand that music was a means, not an end.

The occasion of the aforementioned seminar, and the long ride (still not completed) that resulted from it have rekindled in a dormant flame, and this is the first of many trips to come. Hence the words of Joni Mitchell resonate very strongly in me today as they resonated in the solitude of the Mojave desert in California in 2008 ...


P. S. In the photo my Kawa in the middle of nowhere in Provence 

 

 


@tchadblake

@mixwiththemasters

@studioslafabrique

Please reload

Featured Posts

TEDx 2017

September 18, 2017

1/4
Please reload

Recent Posts