IL SIGNIFICATO DI ABBANDONO (THE MEANING OF DERELICTION)

Aggiornato il: 26 nov 2019

Nel cuore della Comunità Europea c'è una nazione famosa in tutto il mondo per la sua infinita storia contemporanea. La terra della bellezza per eccellenza, della creatività, dell'estro, della cultura, del progresso, degli imperi, della convivenza tra razze diverse, dei colori, del cibo, del clima, della natura. Insomma una specie di paradiso terrestre in cui, stando alle carte, sarebbe necessario tassare chiunque voglia entrarci onde evitare l'affluire di enormi masse di gente desiderosa di viverci. Ma si tratta, appunto, di carte, purtroppo, visto che dal "Belpaese" la gente continua a scappare ed i turisti arrivano copiosi per testimoniare le rovine di fasti ormai tramontati e per ammirare, stupiti, i comportamenti degli abitanti, quasi come in uno zoo.

In questo Belpaese in caduta libera c'è una cittadina unica al mondo per posizione geografica, clima e bellezze naturali. Taranto, così si chiama, ha un passato di capitale della Magna Grecia (compresa l'epoca di Pericle per intenderci). Ma la sua storia non si ferma all'impero ellenico: durante quello romano, infatti, veniva celebrata da Seneca come il posto in cui si andava per curarsi da ogni malattia. Come una volta mi disse con sarcasmo un mio carissimo amico: "il posto perfetto per costruirci una acciaieria".

Il centro storico di Taranto giace su di un'isola piccolissima e, come l'80% della nazione, versa in una condizione di spaventoso degrado nonostante la sua incredibile magia e bellezza.


Qui non c'è la sobrietà dei piccoli villaggi della Provenza o delle campagne del Kent. Qui c'è il vero significato di abbandono, ovvero la coesistenza tra la vita sociale ed il totale disinteresse nei confronti di ciò che la circonda e che essa stessa utilizza per viverci.



Stabili ottocenteschi completamente lasciati al degrado, spesso sommersi dalla natura, e di tanto in tanto i turisti che, passeggiando tra le mura consumate dal sale marino, mostrano la loro incredulità.



Porte e finestre murate, facciate di palazzi che un tempo dovevano essere bellissimi ed ora sono disabitati ed in lenta rovina. Tutto quanto in nome del veloce arricchimento industriale. Un genocidio mentale, sociale e conseguentemente urbano perpetrato in meno di un secolo. Bellezza stuprata e poi lasciata morire, senza nemmeno un briciolo di rispetto nei suoi confronti.

Le rivoluzioni ideologiche fanno soltanto enormi danni, e Taranto, come tutta l'Italia, non è stata risparmiata.



Alla fine è abbastanza ovvio che mi venga da pensare di essere davvero in uno zoo e la cosa più assurda è che lo stabile che ospita gli uffici del Sindaco di questa strana città è proprio nel centro storico, a due passi dal degrado. Continuo a chiedermi come ciò sia possibile così come continuo a darmi un'unica risposta: l'industrializzazione violenta è causa delle peggiori realtà umane.


English Translation

In the heart of the European Community there is a nation famous throughout the world for its massive contemporary history. The land of beauty par excellence, of creativity, inspiration, culture, progress, empires, the coexistence of different races, colors, food, climate and nature. In short, a kind of earthly paradise in which, according to the papers, it would be necessary to charge anyone who wants to get in in order to avoid the coming of huge masses of people eager to live there. But it's just fantasy, unfortunately, given that people keep running away from the "Belpaese" and the tourists arrive in copious numbers to witness the ruins of now-extinct glories and to admire, astonished, the behavior of the inhabitants, almost as if they were visiting a zoo.

In this freefalling Country there is a town, unique in the world for its geographical location, climate and natural beauty. Taranto, as it is called, has a past as the capital of Magna Graecia (including the age of Pericles to be clear). But its history does not stop at the Hellenic empire: during the Roman one, in fact, it was celebrated by Seneca as the place where people went to heal. As once a very dear friend of mine told me sarcastically: "the perfect place to build a steel factory".

The historic center of Taranto lies on a very small island and, like 80% of the nation, is in a state of appalling degradation despite its incredible magic and beauty.

The sobriety of Provence's small villages or Kent's countryside is light years away. Here one can see the true meaning of abandonment which is the coexistence between social life and the total lack of interest in what surrounds it and what it lives in.

Nineteenth-century buildings completely left in decay, often submerged by nature, and the occasional tourists who, walking through the walls consumed by sea salt, show their disbelief.

Walled doors and windows, facades of buildings that once were beautiful and are now uninhabited and in ruins. All this in the name of fast industrial enrichment. A mental, social and consequently urban genocide perpetrated in less than a century. Beauty raped and then left to die, without even the slightest bit of respect for it . The ideological revolutions only do enormous damage, and Taranto, like the rest of Italy, has not been spared.

In the end it is quite obvious that I think I really am in a zoo and the most absurd thing is that the building that houses the Mayor's offices in this strange city is right in the historic center, a stone's throw from degradation. I keep wondering how this is possible as I continue to give myself one answer: violent industrialization is the cause of the worst human realities.

#urbex #ascosi_lasciti #urbexdecay #emergenzataranto #tarantoemergency #photography #travels #ascosilasciti #abandonedplaces #urbexworld #urbanexploration #urbexphoto

50 visualizzazioni1 commento